Presentazione 2017


Nel 1839 nacque ufficialmente la Scuola di Musica di Piacenza ad opera della “Deputazione del Teatro Comunicativo” (l’odierno “Municipale“). La Scuola di Musica, dopo essere stata ospitata a partire dal 1845 nei locali dell’ex convento di Sant’Agostino, raggiunse la sua sede definitiva nel 1865 in un antico monastero di clausura femminile sito nel quartiere di Santa Franca.

Nel 1900 mutò la denominazione in “Scuola Municipale di Musica“, staccandosi dall’istituzione teatrale, e nel 1933 fu trasformata in Liceo Musicale “Giuseppe Nicolini”, pareggiato ai conservatori governativi. Nel 1977, con la L. 663, si concluse il percorso di statizzazione e venne mutata la denominazione in Conservatorio.

A seguito della legge di riforma n. 508/99 e dei successivi decreti, il Conservatorio “Nicolini”, riconosciuto come Istituto superiore di studi musicali e inserito nel sistema dell’ Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), è “sede primaria di alta formazione, di specializzazione e di ricerca nel settore artistico e musicale” e svolge “correlate attività di produzione” (L. 508/99, art. 2, c. 4). In quanto tale ha acquisito autonomia statutaria e avviato, accanto ai percorsi di studio ordinamentali a esaurimento, i nuovi corsi triennali di primo livello e biennali di secondo livello, che consentono di acquisire diplomi accademici equiparati alle corrispondenti lauree triennale e magistrale.

Attivo centro di formazione, produzione e ricerca artistico-musicale che accoglie circa 600 studenti tra italiani, europei ed extraeuropei, il Conservatorio “Giuseppe Nicolini”, grazie alla elevata qualità dei suoi attuali docenti, si pone al centro dell’attività culturale piacentina collaborando con la Fondazione Teatri di Piacenza nella realizzazione di rassegne cameristiche, concerti sinfonici e allestimenti operistici. Nel rivolgere particolare cura alla formazione professionale attraverso master class e seminari, si adopera per l’ inserimento degli studenti nel mondo del lavoro e favorisce la creazione di ensemble e gruppi musicali compositi in ambiti musicali che spaziano dal barocco al jazz.

La nuova biblioteca affianca alla normale funzione scolastica la conservazione di pregevoli fondi storici, spesso consultati da studiosi italiani e stranieri, mentre la presenza di una stazione multimediale professionale dedicata alla registrazione, all’editing digitale e alla post-produzione audio, in continua evoluzione e aggiornamento, ha portato all’avvio di corsi accademici afferenti alle nuove tecnologie.

Lorenzo Missaglia
Direttore Conservatorio di Musica

“Giuseppe Nicolini” di Piacenza

Via Santa Franca, 35
29121 Piacenza
direzione@conservatorio.piacenza.it